Home > Elaborazioni > Analisi Periodiche > Gelate febbraio 2008

Le gelate dei giorni 17-18-19 febbraio 2008

Per trovare un evento di pari intensità negli ultimi decenni bisogna probabilmente risalire ai primi giorni del febbraio 1962 per Lentini, o al gennaio 1966 per la Piana di Catania. Rispetto all'evento del marzo 1987, quello più ricordato dagli agricoltori, si è trattato invece di un fenomeno decisamente più importante dal punto di vista climatico, anche se in questo caso è avvenuto a ripresa vegetativa degli agrumi non ancora iniziata, o appena abbozzata. D'altra parte un fattore di danno per gli agrumi è stata la presenza diffusa di frutti ancora pendenti.

Il quadro meteorologico che ha portato alle gelate dei giorni 17-18-19/02/08 è stato caratterizzato da un'ampia area anticiclonica sull'Europa occidentale, mentre sulla Russia era presente una circolazione depressionaria altrettanto estesa. Tale quadro ha permesso la veloce discesa, lungo tutta l'Europa centro-orientale, di correnti di aria di origine artica - siberiana, che hanno investito principalmente tutta l'area balcanica, la Grecia e la Turchia fino alla Libia. La configurazione del nucleo di bassa pressione ha determinato una scarsa instabilità sulle regioni poste sul lato occidentale dell'area ciclonica, tra cui le estreme regioni meridionali italiane, mentre sulla Grecia e sui Balcani venivano registrate abbondanti nevicate anche sulle fasce costiere.
L'arrivo di tali masse di aria fredda relativamente secca ha quindi determinato i giorni 16 e 17 in Sicilia dapprima un forte abbassamento termico, che si è accompagnato ai forti venti di Tramontana e di Grecale, mentre dalla sera del 17 l'attenuazione dei venti ha portato a rilevanti fenomeni di irraggiamento, favoriti dal cielo completamente sereno su tutta l'Isola e dalla bassa umidità relativa dell'aria. Il calo termico ha raggiunto il suo culmine nelle aree di fondovalle e si è ripetuto di quasi pari intensità nella notte successiva.
Il basso contenuto idrico dei suoli, effetto della stagione invernale quasi ovunque siccitosa, ha amplificato i fenomeni di irraggiamento innescati dall'avvezione artica, risultando di fatto limitata la "mitigazione" riconducibile ad una più lento raffreddamento da parte del suolo bagnato. 
I valori registrati dalla rete del Servizio Informativo Agrometeorologico Siciliano (SIAS) sono per molte stazioni dei record "climatologici": a parte i -12,4 °C registrati il 17/02 dalla stazione più alta della rete, quella di Cesarò Monte Soro (ME) installata a quota 1840 m s.l.m., spiccano in particolare i dati registrati il 18/02 nelle aree a coltivazioni intensive di ortaggi e di agrumi della Sicilia orientale, con i -5,8 °C di Comiso (RG), i -4,9 °C di Paternò (CT), i -3,2 °C di Siracusa, i -3,3 di Noto (SR), fino ai -1,3 °C di Acate (RG), particolarmente significativi, vista l'alta densità di colture in serra nella zona.
Anche in Sicilia occidentale sono stati toccati valori sconosciuti da decenni, come i -3,8 °C di Canicattì (AG), i -3,1 °C di Mazara del Vallo (TP), aree anch'esse con ampie estensioni di colture di pregio.
La stazione speciale per lo studio dei profili di temperatura che il SIAS gestisce a Lentini in C.da Commenda (Grafico 1), mette in evidenza la consistente inversione termica e la durata prolungata che hanno caratterizzato l'evento; il valore più basso di -7,64 °C è stato registrato alle ore 6.47 del 18/02 dalla termocoppia posta a 40 cm di altezza dal suolo, mentre nello stesso intervallo il sensore di temperatura a 10 m di altezza dal suolo misurava -3,8 °C. Uno scarto di quasi 4 °C, che non ha comunque reso molto efficaci gli interventi di soccorso con ventole antigelo, per la presenza di aria molto fredda anche in quota; la notte successiva il valore minimo di -6,51 °C è stato registrato alle 6.49. Di fondamentale importanza per il danno causato è stata la durata degli eventi: la temperatura è rimasta sotto gli 0 °C per circa 12 ore a 160 cm di altezza dal suolo tra il 17 e il 18/02, e 11 ore tra il 18 e il 19/02; in entrambe le notti i valori sono stati sotto i -3 °C per circa 7 ore.

In tali situazioni, un intervento di irrigazione con impianti sottochioma, anche a microportata (meglio se "a spruzzo"), avrebbe probabilmente consentito di limitare i danni, in seguito alla più lenta diminuzione di temperatura che caratterizza i suoli bagnati rispetto a quelli asciutti in situazioni di irraggiamento.

 

 

 

 

DATI DI TEMPERATURA MINIMA REGISTRATI DALLE STAZIONI DELLA RETE SIAS (°C)

Provincia di Agrigento 15/02/2008 16/02/2008 17/02/2008 18/02/2008 19/02/2008 20/02/2008
Agrigento Mandrascava 7,4 4,5 -0,2 -1,7 1,9 6,9
Agrigento Scibica 6,3 5,4 2,1 -1,7 0,6 6,4
Aragona 3,8 4,5 -0,2 -2,2 -2,3 2,8
Bivona 4,6 4,8 0,7 -2,2 -1,4 5,9
Cammarata 1,6 3,6 0,2 -2,9 -4,4 4
Canicattì 3,5 0,2 -2,9 -3,8 -1,4 1,1
Licata 8,8 4,5 2,2 0,3 4 7,8
Ribera 6,8 0,2 -2,5 -3,2 0,1 5,2
Sciacca 9,5 5,6 0,5 NR NR 9,6
Provincia di Caltanissetta 15/02/2008 16/02/2008 17/02/2008 18/02/2008 19/02/2008 20/02/2008
Butera 7,8 5,7 0,6 -0,4 2,8 5,1
Caltanissetta 2,5 2,9 -1,6 -3,9 -3,3 1,7
Delia 4,8 3,1 -1,8 -2,2 -0,4 3,9
Mazzarino 6,1 2,5 -1,2 -1,3 1 5,6
Mussomeli 3,2 4 0,4 -3 -2,6 3,5
Riesi 5,2 4,1 -1 -2,4 -0,6 3,9
Provincia di Catania 15/02/2008 16/02/2008 17/02/2008 18/02/2008 19/02/2008 20/02/2008
Bronte 1,3 2,3 -0,2 -4 -3,4 -0,4
Caltagirone 3,8 2,7 -3,5 -3,6 -0,1 1,7
Catania 3,8 5,9 -0,4 -3 -1,1 3,2
Linguaglossa 2,4 0,7 -1,1 -2 -2,8 -1,5
Maletto 1,6 -4 -5,4 -5,3 -1,2 -0,8
Mazzarrone 4,9 3 -2,3 -3,5 0,2 4,6
Mineo 3,3 3,6 -3,8 -4,3 -1,7 0,9
Paternò 1,3 5,1 -2 -4,9 -3,5 1,9
Pedara 1 -1,2 -4,3 -5,3 -1,7 0,3
Ramacca Giumarra 6,2 3,5 -0,6 -1,3 1,2 4,9
Randazzo 1,6 -0,2 -2,9 -3,5 -3,1 1,8
Riposto 6,3 6 2,3 0,7 3 4,5
Provincia di Enna 15/02/2008 16/02/2008 17/02/2008 18/02/2008 19/02/2008 20/02/2008
Agira 3,8 2,2 -1,9 -2,2 0 3,4
Aidone 2,5 2,9 -2,4 -3 -2,4 1,3
Calascibetta 3,4 0,9 -1 -1 -1,3 3,8
Enna 0,7 2,3 -1,2 -5,7 -5,2 0,3
Nicosia 1,3 -0,6 -2,8 -4,4 -3,1 0,8
Piazza Armerina 3,7 0 -3,8 -3,8 -0,8 3,7
Provincia di Messina 15/02/2008 16/02/2008 17/02/2008 18/02/2008 19/02/2008 20/02/2008
Antillo 4,4 -1,2 -3,5 -1,8 1,1 2,9
Caronia Buzza 5,5 6,1 0,9 2 3,1 5,2
Caronia Pomiere -1,5 -8,4 -9,7 -9,8 -4 -4,4
Cesarò Monte Soro -3,2 -10,2 -12,4 -12,3 -7,3 -1,5
Cesarò Vignazza 1,9 -1,3 -3,3 -4,5 -1,4 0,4
Fiumedinisi 6,8 1,8 0,4 1,4 3,2 4,6
Leni (Salina) 5 2,5 0,4 1,6 3 3,7
Messina 6 1,3 0 1,2 4,5 6,9
Militello Rosmarino 3,3 1,8 -2,1 -2 -0,4 1,7
Mistretta 2,4 0,3 -2,9 -2,9 -2 2,8
Montalbano Elicona -0,4 -5,9 -7,4 -7,1 -4,3 0,8
Naso 5,9 1,6 -0,6 -0,8 1,7 4,3
Novara di Sicilia 4 -1 -2,7 -2,3 0,2 3,9
Patti 5 5,1 2,3 2,6 3,3 4,3
Pettineo 6 4,5 0,2 0,5 2,2 8,4
San Fratello -0,6 -3,1 -6,9 -6,9 -4,3 -0,7
San Pier Niceto 4,6 -0,4 -1,9 -0,5 2,7 5,3
Torregrotta 4,2 5,5 4 1,4 2,6 1,9
Provincia di Palermo 15/02/2008 16/02/2008 17/02/2008 18/02/2008 19/02/2008 20/02/2008
Alia 4 1,5 -0,2 -1,8 -1,3 4,5
Camporeale 5,3 2,5 -0,1 0 1,7 5,7
Castelbuono 6,5 3,1 0,8 1 2,1 5,7
Contessa Entellina 5,4 5 0,7 -2,1 -1,5 7,4
Corleone 5,7 2,8 0,5 -1,1 0,2 4,9
Gangi 4,6 2,8 0,9 1,3 1,2 3,7
Giuliana 5,2 3,3 -2 -2,4 -1,6 7,8
Lascari 6,4 5,9 1,9 1,8 1,9 4,5
Mezzojuso 4,2 5 2,2 0,1 -0,6 4
Misilmeri 4,4 5 2,3 -0,5 -1,6 2,5
Monreale Bifarera 2,4 0 -2,5 -2,9 -2,4 0,5
Monreale Vigna Api 4,1 1,6 -1,3 -1,1 -1,8 NR
Palermo 7,2 6,9 4,9 3,6 2,4 3,6
Partinico 4,7 5,9 3,3 -1,6 -2,7 9,3
Petralia Sottana 4,2 0 -3,6 -3,2 -0,8 2,5
Polizzi Generosa 3,6 1,9 -1,6 -2,4 -1,8 3,6
Prizzi 3 -2 -4,4 -3,3 0 2,7
Sclafani Bagni 2,2 2,2 -0,1 -2,6 -3,7 1,9
Termini Imerese 4,7 4,3 1,7 0 -0,8 7,5
Provincia di Ragusa 15/02/2008 16/02/2008 17/02/2008 18/02/2008 19/02/2008 20/02/2008
Acate 6,8 4,1 -0,6 -1,4 1,7 5,8
Comiso 3,1 -1 -5,2 -5,8 -2,5 1,3
Ispica 4,6 4,3 0,3 -0,5 1 4,6
Modica 5,6 2,4 -0,7 -2,3 1,2 3,8
Ragusa 5,6 0,3 -2,5 -2,8 1,1 4,7
Santa Croce Camerina 9 2,6 0 -2,1 3,2 7,5
Scicli 7,8 3,3 1,5 -0,1 3,6 6,1
Provincia di Siracusa 15/02/2008 16/02/2008 17/02/2008 18/02/2008 19/02/2008 20/02/2008
Augusta 4,8 5,5 0,2 -1,5 0,3 3,6
Francofonte 5,2 5 -1,6 -1,2 0,7 4,3
Lentini 4 4,2 -1,1 -2,6 -0,7 2,7
Noto 2,9 4,8 -0,2 -3,3 -0,2 1
Pachino 8,9 6,8 2,7 2 4,9 9
Palazzolo Acreide 5 1,2 -2,3 -2,2 1,6 4,8
Siracusa 1,9 5,8 2,2 -3,2 -2,3 1,4
Provincia di Trapani 15/02/2008 16/02/2008 17/02/2008 18/02/2008 19/02/2008 20/02/2008
Calatafimi 7,2 4,3 1,9 0,8 2,5 8,3
Castellammare del Golfo 7,3 8 5,9 -0,3 -1,5 10,7
Castelvetrano 7,9 5 -2,2 -2,4 0,1 9
Erice 5,7 2 0,6 0,3 0,6 5,9
Marsala 8,8 5,7 0,1 -1 0 8,3
Mazara del Vallo 6,2 5 -0,7 -3,1 -1,8 9,3
Salemi 8,4 4,4 2 1,1 2,6 7,2
Trapani Fontanasalsa 8,5 6,6 1,7 -0,2 1,2 7,7
Trapani Fulgatore 7,6 5,6 3,7 0,1 0,4 8,2