Home > news > Consorzi di bonifica: dall'emergenza alla programmazione
Consorzi di bonifica: dall'emergenza alla programmazione, anche con il supporto del SIAS


Continua all’insegna dell’efficienza e dell’economicità la nuova gestione commissariale dei Consorzi di bonifica, da quando il Presidente della Regione Siciliana Raffaele Lombardo, con proprio decreto, lo scorso maggio ha dato vita a una “task force” rimuovendone gli amministratori provvisori. E così, l'Assessore all’Agricoltura e Foreste Giovanni La Via, per la prima volta, avvia il piano di lavoro 2009 che investe tutti gli 11 Consorzi e tutto il personale composto da 2.466 unità che operano su 100 mila ettari di territorio isolano. Dunque, dall’emergenza alla programmazione, salvaguardando le professionalità. 
A tal proposito si ricorda che l'Assemblea Regionale Siciliana lo scorso 19 dicembre ha varato una norma che, in sostanza, proroga sino al 31 marzo 2009 i contratti di lavoro del personale dei Consorzi. “Quello raggiunto – afferma l’Assessore La Via – è un grande passo avanti che va nella direzione dell’ottimizzazione delle risorse umane e del rispetto dei diritti dei lavoratori”. E in tal senso, dopo circa dieci anni, “è stato prodotto il nuovo contratto collettivo della bonifica, al fine”, spiega il Dirigente Generale del Dipartimento Interventi Infrastrutturali, Dario Cartabellotta, “di consentire una maggiore omogeneizzazione e trasparenza delle retribuzioni”. Sempre sul fronte del personale, e in modo particolare delle risorse finanziare, a partire dal prossimo aprile il lavoro dei Consorzi di bonifica farà parte di un progetto che verrà finanziato dal CIPE. 
Altra svolta sulla gestione dei Consorzi riguarda il piano dell’innovazione tecnologica. In buona sostanza, attraverso i più moderni e attuali strumenti informatici e cartografici e anche grazie al supporto del SIAS e delle altre Unità operative dell'Area Studi  Programmazione del nostro Dipartimento,  l’impresa agricola, sempre nell’ottica della razionalizzazione delle risorse, avrà maggiore certezza di pagare soltanto l’acqua che userà per irrigare i propri appezzamenti aziendali. Infine, è lo stesso Cartabellotta, che tra l’altro guida la “task force” dei Consorzi, ad annunciare che tra il 10 e il 21 gennaio prossimi saranno riavviate a lavoro tutte le professionalità dei Consorzi, e dal prossimo 1 febbraio, invece, tutti gli operai. “Questo, anche perché – conclude Cartabellotta – entro il prossimo 31 gennaio i responsabili dei Consorzi dovranno presentare un programma di manutenzione delle reti in cui dovranno essere indicati, tra l’altro, gli impianti oggetto di manutenzione, lo stato degli stessi e la priorità degli interventi”.