Home > analisi periodiche > Siccità novembre 2010 - gennaio 2011

 

 

La siccità del periodo novembre 2010 - gennaio 2011

 

 

 

In diverse aree della Sicilia, dopo la prima decade di novembre, che ha fatto registrare piogge significative, dalla II decade di novembre alla II decade di gennaio 2011 le piogge sono state eccezionalmente scarse dal punto di vista quantitativo.

L'area con meno precipitazioni è quella di Ramacca: la stazione SIAS di Ramacca Giumarra ha registrato nel periodo 11/11/2010-20/01/2011 solo 20,6 mm totali. Quantitativi molto ridotti sono stati registrati anche da diverse stazioni delle provincie di Enna, Caltanissetta, Siracusa e Palermo, con 12 stazioni della rete SIAS che hanno totalizzato meno di 40 mm.

Rispetto alle quantità normalmente attese nello stesso periodo sulle stazioni dell'ex Servizio Idrografico (oggi Osservatorio delle Acque) più vicine, prendendo a riferimento la "Climatologia della Sicilia" 1965-1994, gli scarti negativi vanno dal -65 della stazione di Mazzarino (CL) al -83% della stazione di Sclafani Bagni (PA). Bisogna inoltre risalire all'inverno 1974-1975 per incontrare una siccità peggiore dell'attuale nel periodo considerato.

 

La siccità di questo inverno per il momento rimane confinata ad un'area più ristretta rispetto a quella dell'ultima grande siccità, quella del 2001-2002, che riguardò gran parte della Sicilia, tuttavia per intensità rischia di essere ancora più grave e di costituire un record climatico. Nelle aree del Calatino, di buona parte delle provincie di Enna, Caltanissetta ed Agrigento dove è scattato l'allarme siccità, la mancanza di pioggia è arrivata proprio nel momento peggiore: dopo due mesi, settembre ed ottobre, piuttosto generosi per le quantità cadute (a Ramacca ad esempio, nei due mesi erano caduti 159 mm di pioggia), la pioggia è mancata dopo l'esecuzione delle semine del frumento duro, e se la riserva accumulata nel terreno ha permesso una sufficiente germinazione nella fase iniziale della coltura, l'assenza di pioggia e le fasi di caldo secco che hanno caratterizzato il periodo invernale, hanno bloccato l'accrescimento delle piantine ed ora ne minacciano addirittura la sopravvivenza. Se quindi non si registra particolare allarme per i pascoli ed i foraggi, che nel 2001-2002 seccarono completamente mettendo in ginocchio la zootecnia, e che quest'anno invece ancora resistono grazie alle piogge autunnali, per il frumento le prospettive sono critiche, e in assenza di piogge significative nelle prossime due settimane, il rischio di danni gravi alla produzione si farà più concreto.

 

data (ora UTC) Ramacca Giumarra Agira Francofonte Calascibetta Enna Piazza Armerina Caltanissetta Bronte Gela Mazzarino Sclafani Bagni Riesi
Precipitazione mm mm mm mm mm mm mm mm mm mm mm mm
Totale I decade nov 24,8 14,2 63,0 23,0 13,2 25,0 19,8 19,6 23,2 16,6 19,4 32,2
Totale II decade nov 3,0 1,8 1,2 1,4 3,0 2,8 4,6 5,4 4,0 5,2 5,0 4,6
Totale III decade nov 1,4 2,2 2,2 8,0 10,0 7,4 10,2 6,6 12,0 10,8 14,6 15,8
Totale I decade dic 0,6 0,2 11,4 0,8 0,0 0,0 0,0 2,6 2,0 0,0 2,2 0,2
Totale II decade dic 11,2 13,8 9,8 15,8 7,0 7,0 6,6 16,0 10,0 9,8 9,8 6,4
Totale III decade dic 1,4 4,6 0,4 5,2 9,8 12,6 7,6 3,6 3,0 6,2 5,2 4,6
Totale I decade gen 3,0 4,2 2,4 0,6 1,4 1,2 4,2 1,2 1,0 3,2 0,4 4,4
Totale II decade gen 0,0 0,2 1,0 0,0 1,0 2,2 1,4 0,0 4,0 1,6 1,0 3,2
Totale
11/11/2010-20/01/2011
20,6 27,0 28,4 31,8 32,2 33,2 34,6 35,4 36,0 36,8 38,2 39,2
Media climatica  101,5  106,6  155,0  145,2  172,2  137,5  140,6  152,6  103,8  101,5  216,0  120,4
Scarto rispetto
alla media climatica
-80% -75% -82% -78% -82% -77% -76% -77% -69% -65% -83% -70%